Size Small Ray Ban Wayfarer

Nato in Carnia, nelle cui montagne trascorre l’infanzia, si laurea in Economia Aziendale a Venezia, dove vive per alcuni anni appassionandosi di arte, fotografia e letteratura. Si trasferisce a Pordenone, dove insegna all’ITC e dopo trent’anni di indifferenza riprende a frequentare le montagne, con crescente passione e impegno. Conosce molto bene le Alpi Giulie, le Alpi e Prealpi Carniche e le Dolomiti Orientali, dove trascorre tutto il suo tempo libero.

“Già, dicono che fosse uno sgherro dello zar. per questo che aveva i soldi per tirare su quella mezza chiesa, mica se ne vedono di ville simili in giro per città. Com’è dentro?” “Be’, dentro è. Non facile raccontare, nemmeno a chi scala quotidianamente, una storia che si muove fra un appiglio verticale e un altro orizzontale, passando semplicemente per tutte le infinite varianti che un appiglio pu avere in un metro di pietra. Neppure se lo fai senza corda, in un vuoto assurdo. Da questa frase, scritta nell’introduzione del libro da Maurizio Manolo Zanolla, leggenda vivente dellarrampicata italiana, bisogna partire per descrivere l’opera prima di , chirurgo bresciano e appassionato di arrampicata..

Pur non essendo un alpinista di punta o di professione, ha effettato un buon numero di ripetizioni (circa 300), molte delle quali con carta e penna nel taschino. Ha pubblicato nel luglio 2009 il primo volume dedicato alle Dolomiti Occidentali, del quale uscita la seconda edizione completamente rinnovata assieme ad un nuovo volume con altre 60 salite, e nell’aprile 2010 il secondo, centrato sulle Dolomiti Orientali. Del 2011 sono invece i due volumi dedicati alla montagna Friulana, scritti assieme agli amici Carlo e Saverio..

I bilanci del comune di Reggio dal 2008 al 2010, in pratica, presenterebbero buchi determinati dalla condotta consapevole di Scopelliti (ma, a questo punto pu valere per tutti i comuni in rosso): la qual cosa stride, in realt con una precisa fattispecie penale se si considera la dei poteri negli enti locali tra dirigenti e politici. Non resta che attendere le motivazioni per farsi un’idea pi precisa. La sentenza stata pronunciata in aula poco dopo le 20, dopo otto ore di camera di consiglio.

Abbiamo giocato un ottimo terzo quarto anche se sul +12 non siamo stati bravi a chiudere la partita. Le tattiche delle due formazioni in campo erano molto evidenti, loro hanno alzato il quintetto e noi abbiamo pressato molto il loro playmaker. Sono soddisfatto del risultato ma non del primo quarto.

Lascia un commento