Size Ray Ban Wayfarer

Al corteo per le foibe c quattro ragazzi di colore, uno di loro attivista nella sezione di Roma Nord. Picchiare ci si picchia, ogni tanto, succede da sempre. Per quando noi abbiamo fatto volantinaggio davanti al Tasso due mesi fa sono venuti a menarci con caschi e bastoni, una cosa organizzata, non dico bugie, e non ne ha parlato nessuno.

E che l’ occhiale sia parte integrante del mondo del fascino e della moda, lo conferma il fatto che anche il “vintage” ultimo vezzo di ripescare antichi capi e accessori per riproporli alla vendita riserva una fetta di mercato agli occhiali da sole e agli appassionati. Sono tornati, anche per signora, i Ray Ban a goccia o i WayFarer, altro storico modello, mentre, senza vintage, ma per volere degli stilisti, quest’ estate si rivedranno montature in simil bachelite, bianche o nere, con lenti tonde, grosse, in stile optical, ricordo di altri tempi. Merito del design italiano che, anticipando tutti, ha rivoluzionato mode e modi e ora detta legge sul mercato.

Profeti del capitalismo. Controversi. Gente come Bill Gates. I suoi superiori non lo scoprirono mai. Una volta che un agente gli chiese come aveva passato il weekend, lui rispose seccamente: In una discoteca dove si balla nudi con un collare da cane al collo. Ma l’ altro pensò che stesse scherzando.

Sylvester Gardenzio Stallone detto Sly non è grezzo, solo lo disegnano così. Ci mette del suo, per carità. Quando in Cobra (1986) viene inquadrato statuario con canotta traforata, Ray Ban a specchio, fiammifero tra i denti (tipo stuzzicadenti) dicendo Tu sei il male, io sono la cura si entra in una dimensione estetica inedita, quasi lisergica.

Cile 2014Un goccio per Nostro Signore, un goccio per Pachamama (Madre Terra). Questa è la frase che gli indios allevatori di lama ed alpaca pronunciano quando brindano con noi, lasciando cadere alcune gocce di vino sulla terra, in segno di ringraziamento. Un gesto che, senza spiegazione, potrebbe risultare irritante agli occhi di un Europeo, ma che invece lascia un segno profondo nelle nostre menti.Come preannunciato, all dell siamo partiti verso il Cile, per un viaggio nella zona d di lama ed alpaca, tra i monti dell Con un gruppo di amici ed appassionati dei camelidi del nuovo mondo abbiamo fatto un tour del paese, partendo da Santiago de Cile e passando per Arica, Pudre, La Serena fino alle isole di Humboldt, che devono il loro nome all che le scopr e studi E ancora una volta il territorio andino ci affascina con i suoi paesaggi brulli eppure fertili, ed una variet incredibile di animali, terrestri e marini.

Lascia un commento