Ray Ban Wayfarer 2140 Cheap

Perdere i capelli può rappresentare un grave handicap sia fisico sia psichico. Obiettivamente avere pochi o nessun capello espone il cuoio capelluto all’effetto nocivo dei raggi ultravioletti. E questa maggiore esposizione si verifica in tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno.

Tanto che a volte mi verrebbe da dirgli: Turra, per favore, basta pensare alla poesia. Guarda un film. In realtà Giovanni mi ricorda tempi felici, superficiali e irriflessivi. La sua competenza nella storia padovana e la sua disponibilità a collaborare lo portò a intrattenere relazioni di reciproca stima con i rappresentanti del mondo accademico e culturale cittadino. Ebbe anche riconoscimenti civili, come la Medaglia d ai benemeriti della scuola, della Cultura, dell e l nell dei Padovani Eccellenti. Quanto fosse noto in città lo mostra lo spazio dato dai quotidiani locali alla sua figura nell’annuncio della morte..

Il Leggio ragazzo s’era preso parecchio per Elvis, ma non quelle malattie che ti obbligano a vestirti come lui, a cantare come lui, a spalmare di poster le pareti quattro della cameretta. Ammirazione forte senza isterismi scemi. Presley era in servizio come carrista proprio in Germany e se Dio fosse stato attento, magari lo si poteva pure vedere, ci sognarono sopra il quindicenne Lino e il diciassettenne Gian Paolo..

E allora, usando un po’ d’immaginazione, ecco materializzarsi un “ciak cinematografico”, una scena da film con un telefono rosso piazzato accanto alla tv dei Pozzo, pronto per dare l’ordine a fine partita, ma anche a Guidolin, Oddo e Ballardini in ordine di preferenza tutti fermi col motore acceso al casello di Udine Sud. Alla fine, però, l’uscita verso lo stadio l’ha imboccata ancora Delneri, vistosi anche ieri in sede con Gino Pozzo. Ma il telefono rosso non è stato ancora staccato..

“Sono così indie” prende di mira i colleghi della musica indipendente, dei progetti hard core paralleli, delle feste dei Crookers a cui si arriva già vomitati (“c rotto il cazzo etichette indipendenti: con 400 euro ti registro il disco in casa, suona bene, lo metti su Vimeo, fai girare la voce. Tra un anno a Coachella e tra due anni a fare il benzinaio”). “Sono così indie che mi metto gli occhiali grossi da pentapartito (VIA!), mi tolgo gli occhiali grossi da pentapartito e mi metto i ray ban (VIA!), mi tolgo i ray ban e mi metto qualche altra mongolata colorata”.

Per capire meglio come vanno le cose, l’ Indicam (l’ istituto nazionale per la difesa, la identificazione e la certificazione dei marchi autentici) e Centromarca (l’ associazione che riunisce le industrie di marca in Italia) hanno condotto nei mesi scorsi un’ indagine, analizzando il marchio e proponendo rimedi e interventi. E i risultati sono allarmanti anche per quello che riguarda l’ Italia. Perché, appunto, il nostro paese non è solo un mercato affollatissimo dai falsi ma è anche uno dei maggiori produttori di falsi nel mondo.

Lascia un commento