Ray Ban Round Real Vs Fake

Tra l’altro 60 minutes ha criticato Luxottica sia per la posizione dominante nel settore ottico a livello mondiale sia per la politica, a detta del programma, degli alti prezzi che vengono imposti dall’azienda veneta. Domanda: perche’, un paio di Nike da corsa, fatte tutte in gomma e plastica in paesi del terzo mondo e che non durano piu’ di 8 10 mesi costano poco? Del Vecchio ed i suoi successori hanno solo applicato bene la lezione appresa proprio dagli americani, ovvero acquisire per espandersi ed ridurre la concorrenza. Sembra proprio che quando questa politica e’ attuata dagli americani vada bene.

Responsabile della Sicurezza e Salute in una azienda chimica dedica ogni suo tempo libero alla passione della montagna. Ha al suo attivo ascensioni sulle Alpi e sulle Ande ed stato, negli anni ’90, istruttore di alpinismo della scuola Adamello del Club Alpino di Brescia. Giornalista pubblicista collabora su argomenti di montagna (alpinismo, ambiente, escursioni) con varie riviste e dal 1987 col quotidiano Bresciaoggi sul quale cura diverse rubriche settimanali, tra cui la rubrica Zaino in Spalla in cui ha pubblicato quasi un migliaio di itinerari riguardanti tutto l’arco alpino.

C. E diventa difficile allontanarsene. Merito sia dell straordinaria che i più anziani sanno manifestare ai più giovani sia dello stile semplice e fraterno che si crea nello stare insieme. Cinque giorni fa ha inciso una semestrale da incorniciare. Luxottica, la sua prima fabbrichetta a forma di disco volante messa su ad Agordo nel 1961, quaranta chilometri in salita di zigzag tra i fiordi dolomitici dopo essersi lasciati alle spalle l’ultimo casello delle patrie autostrade, ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con un utile netto di 245,1 milioni di euro, in aumento del 26,3% rispetto allo stesso periodo del 2009. I ricavi hanno sfiorato i tre miliardi (2,986 miliardi per la precisione) e verosimilmente veleggiano verso i sei miliardi nei 12 mesi.

Potei pagare così le paghe agli operai. Poi comprai le quote degli altri due soci, offrendo loro 45 milioni a testa. E diventai proprietario di Luxottica. In questo Paese non c’è sicurezza, serve fare qualcosa al più presto. Dappertutto la sua corsa ha suscitato un vespaio, ma lui non se ne fa un cruccio, anzi. Voglio fare qualcosa anche per gli imprenditori che in questi anni di crisi hanno patito le pene dell’inferno.

Patrizia mostra i depliant con le madrine della straordinaria serata: Daniela Fini, naturalmente, Marina Buontempo, Lucia Buzzanca moglie di Lando, Ombretta Cinque moglie di Erasmo, potente costruttore romano, Marta Fiori, Amina Gasparri, Marilù Rebecchini, Rita Storace. “Noi siamo per il di ver ti men to or di na to”, scandisce la Pierre, trentadue anni, licenza magistrale, padre ammiraglio con casa a Vigna Clara. “Fe sta e so li da rie tà, bal lo e be ne fi cen za”.

Lascia un commento