Gafas Ray Ban Hombre Originales

Ma sono i dettagli a fare la differenza. Come la cintura nera Saint Laurent, in pelle con borchie (595 euro); stesso elemento decorativo per le infradito Dini Los Angeles, molto più che una semplice ciabatta di gomma (46 euro). A compleatre il look di Heidi dei Ray Ban Aviator con le lenti sui toni del marrone (160 euro)..

Il Signor Nessuno fa da intermediario nella compravendita di locali pubblici. Da qualche anno in città ormai si vende solo ai cinesi. Ma almeno loro pagano cash. Capita che un utente scriva: “La rete sta diventando sempre pi giungla, ogni giorno sbuca il furbetto di turno che apre un sito dove puoi tranquillamente vederti i film che sono ancora al cinema gratis”. Capita che spunti la domanda: “E possibile dare indicazioni su dove ci si pu recare a delinquere (nel download, ndr) senza essere collusi o complici di chi compie il reato? Se io mi mettessi in strada e indicassi la via per comprare materiale rubato, droghe, armi o dvd copiati ma in realt non possedessi nulla di tutto ci mi lascerebbero fare?”. Capita che un contestatore sbotti contro “la gente che vuole un clima di terrore per proteggere il noleggio di filmetti”.

Alcuni anni fa, i dirigenti delle fabbriche, in particolare quella di Lauriano (in provincia di Torino) avevano proibito a tutti, operai e tecnici, di entrare con borse, zaini e borselli e, per evitare proteste, aveva distribuito a tutti un marsupio trasparente, così all’uscita gli addetti alla sicurezza neppure dovevano aprire il contenitore, si limitavano a guardare dall’esterno se c’erano occhiali o meno nel marsupio. Adesso, però, i carabinieri di Chivasso hanno scoperto un traffico clandestino di occhiali prodotti dalla Luxottica e rubati proprio nella fabbrica di Lauriano. Sono finiti in manette sulla base di un’ indagine della Procura della Repubblica di Ivrea, in quindici e tra gli arrestati c’è anche il veneziano Sergio Damian De Paola, 40enne di Santa Maria di Sala, titolare dell’Ottica Al Quadrato di via Cavin di Sala.

Dunque, danza di giubilo guerriero, con sonagli da somarelli. Regina di giorno e baccante di notte, Orasia ha una sublime aria finale di placamento, cose da Pentesilea: un “duende” con clavicembalo che “fa chitarra”. Aria e scena: il vero “Che farò io senza Orfeo”, quando uscendo dal duende la bella passionale s’ accorge che c’ è lì il morto, ed è per colpa sua.

“Venezia ha giocato 15 minuti splendidi. Bisogna dargli atto di essere stati bravi a punirci. Noi avevamo talmente tanta foga e voglia che abbiamo confuso il contropiede con la fretta di finire e di prendere il tiro. “Il futuro non è più quello di una volta”, scriveva Paul Valery. Il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti potrebbe essere peggiore della pur brutta realtà in cui versa la vita democratica della nostra provincia e del nostro Paese. Per questo, non possiamo far finta di niente o nascondere la testa nella sabbia!Condividi:Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra)Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su Google+ (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su Pinterest (Si apre in una nuova finestra)Fai clic qui per condividere su Tumblr (Si apre in una nuova finestra).

Lascia un commento