Dove Acquistare Ray Ban Online

La nuova istantanea. Ha vent in questa foto che risale al 1982: l del primo omicidio per il rampollo di don Ciccio Messina Denaro, campiere della famiglia D (quella del futuro sottosegretario agli Interni di due governi Berlusconi) e mafioso fra i pi autorevoli della provincia di Trapani. La foto di un fantasma, diventato il protagonista di una grande caccia che va avanti ormai da anni.

Anche se Cicerone ripeteva spesso: “guai all’ira degli uomini miti” e quindi non abitudinariamente “arrabbiati”, va detto, in conclusione, che non bisogna essere facili alla rabbia e l’atteggiamento vero di accettare le controversie, le difficoltà, il dolore e l’intolleranza con l’animo tranquillo è il vero segreto per vivere meglio. Il distacco dagli eventi avversi ci migliora e migliora anche la nostra vita, anche quella di relazione. Quindi dovremmo (?) sceglierci amici che abbiano questo stesso tipo di atteggiamento o, almeno, dobbiamo evitare di farci condizionare da amici troppo impazienti e troppo pigri.

Dopo qualche giorno ci sarebbe stato il compleanno della regina. Festa nazionale. I thailandesi sono devotissimi ai loro sovrani. Ora agli ordini di Francavilla, ad Agordo, di dipendenti ce ne sono 3.500. Il sindaco Renzo Giavaz non sa più quale montagna piallare per scovare un metro quadro in più degli 82mila rubati pietra dopo pietra alla frazione di Valcozzena. Ormai le fabbriche italiane sono sei, cinque nel Nordest, una a Torino (la ex Persol).

La biografia di Gigi Riva è, infatti, di quelle che hanno un senso per Antonio Marras; il campione ha uno spessore morale e una timidezza che ricordano alcune personalità sarde che hanno reso onore all’isola: Un’infanzia difficile con una situazione economica familiare non florida. Lui si fa veramente da solo e rimane in realtà quello che è, cioè uno cosa molto rara da trovare oggi con il senso del pudore. Gigi Riva è uno che ancora ha una vera timidezza, una vera vergogna di mostrarsi in pubblico.

Da qualche tempo va e viene continuamente da Roma, dove gira tra piazze e fontane seicentesche. Le sta studiando: tra quelle curve ci sono le chiavi per entrare nel prossimo contemporaneo. Peter Arnell, pubblicitario, fotografo e product designer, da più di trent’anni inventa o rimodella i brand nel mondo.

E le riflessioni, qui solo citate, del giapponese Kuribayashi sulla guerra e la virtù domestica, e la geopolitica di Kissinger. Altra critica sulle illustrazioni di Antonio Riello, carine, ma che distorcono il contenuto. Qui si parla di vita e di morte e le sue figurine sembrano cavate da un libro d’asilo: di nuovo forse il tentativo di tranquillizzare il lettore, la guerra inzuccherata.

Lascia un commento