Difference Ray Ban Wayfarer And New Wayfarer

L’abbandono, in tutte le sue forme, è sempre stato un tema letterario. Anzi, il tema. L’abbandono di un amore, della vita, l’abbandono di sé, quando qualcosa ci vince e non possiamo fare altro che lasciarci andare. Il Pachistan è sempre più ostile e pericoloso, con continui attentati contro i convogli di rifornimenti per le truppe della Nato. Il confinante Kirghizistan limita l’attività della Nato dall’aeroporto di Manas, di cui più volte ha ordinato la chiusura salvo poi concedere una nuova proroga a peso d’oro. Così l’America si ritrova a lottare da lontano e contare soprattutto sulle portaerei che navigano nell’Oceano Indiano, ad oltre 700 chilometri dalla frontiera meridionale dell’Afghanistan.

Agordo ha quattromila abitanti e un impianto da 120 mila metri quadri dove lavorano 3.500 persone. Con questi numeri è evidente che il vero welfare di Luxottica è rimanere dov’è. Ogni giorno, solo ad Agordo, si producono 40 mila paia d’occhiali (avete letto bene, sono più di dieci milioni di paia all’anno).

E così, lunedì 4 luglio sono stati eseguiti lavori di messa in sicurezza con il taglio dei rami, una sorta di potatura fuori stagione. Passando nei pressi, abbiamo notato che cadevano piccoli rami e segatura sul marciapiede. Erano passate da poco le 14,00 quando abbiamo chiamato il 112.

A riguardo un grande psicologo inglese dell’Università di Oxford: Charles Spencer in una sua recente pubblicazione ci ha spiegato come il senso del gusto sia influenzato da diversi elementi tra i quali il colore dell’alimento o il tipo di pacco che lo contiene. I vari esperimenti di dinamiche psicologiche hanno portato Spencer a pubblicare dati reali. C’è uno studio che ha evidenziato come una mousse mangiata in un contenitore bianco viene definita più dolce del 10% rispetto alla stesso prodotto servito in un contenitore nero.

Stia attento, comunque. I tempi sono minacciosi. Sul suo capo pende una spada di Temistocle.. E le vacanze non avevano fatto eccezione. Ad aprile Aurora aveva iniziato a scoprire sotto gli occhi dei familiari una prima mano di carte sorprendenti, illusoria promessa di località meravigliose che avrebbero potuto scegliere seguendo l’estro del momento. Serata dopo serata li aveva spinti ad accapigliarsi dalle roccaforti dei loro desideri: una salubre escursione nelle Dolomiti, compresa di albergo con sauna e bagno turco (marito); un viaggio a Tokyo con tappa obbligata nelle palestre di sumo dei sobborghi (figlio); due settimane sulla costa ligure dove non sarebbero mancate le feste dei compagni biondo azzurrini del liceo (figlia).

Lascia un commento