Boots Opticians Ray Ban Glasses

La lingua concatena gerundi, avverbi, specificazioni, dettagliando al massimo (appunto feticisticamente) i sintagmi che si riversano nei luoghi, nelle cose. Lingua che si articola nel periodo, in una scrittura sinuosa, vigente sulla superficie corposa degli oggetti, salvo poi frantumarsi e serrarsi nella concisione del gergo e del dialetto. Sembra ci sia in ciò una strana consapevolezza, quasi un piacere fanciullesco, di Di Monopoli, nell del periodare giocato sulla durata, come se un che di Gadda si fondesse con il fumetto, con l di parole e di oggetti (e situazioni) seriali.

Come leggere il paginone che, oggi, il Corriere della Sera ha dedicato alle dimissioni di Gherardo Colombo? l sfogo di un magistrato che con Mani Pulite ha segnato la storia d Certamente, ma non solo. Basta leggere il titolo che accompagna le clamorose dimissioni. Colombo girerà per l e parlerà ai giovani.

Citt che lo vedono per poco in giro perch da 40 anni trascorre gran parte del tempo a viaggiare per borghi, campagne e montagne di mezzo mondo, comprese quelle della Nuova Guinea o del sud America. Per scoprire, incontrare, conoscere, scrivere e fotografare tutto quel che gli sembra di maggior interesse, attrattiva, sorpresa. Ambiente, cibo, personaggi, luoghi sono solo alcuni degli argomenti che poi ha trasformato in reportage, saggi, manuali, libri, articoli..

E allora un gesto, un comportamento, una macchina, una canzone, una carezza gelosamente custodita perch irripetibile, una frase recuperata in un taccuino. In mezzo al delirio, il grado zero dell ci che, forse, ci accomuna. Il passato e il futuro. Falsi ricambi d’ auto. E false pillole anticoncezionali. Falsi perfino i programmi software e i detersivi.

Proprio come l’ uomo di Verga vive sicuro legato alle proprie tradizioni finché non si mette in testa di migliorare, l’ arte o la storia spesso subiscono l’ umiliazione di non andare avanti, di segnare il passo. Ed è straniante, nel senso di “esotico” ma in chiave ironica, il suono anni sessanta di Meek, che fu, spiega Folinea, rivale dei Beatles una specie di Salieri dell’ era Pop contro i Mozart di Liverpool che arrivò a suicidarsi perché non reggeva il confronto con i Fab Four. La nenia spaziale ottenuta con i primi sintetizzatori sembra non abbandonarci più, all’ uscita dalla stanza, così come resta attaccata addosso la sensazione olfattiva.

Tale tipo di alimentazione fu esportata negli anni 70 in America del Nord dove si utilizzavano troppo i grassi, le proteine e gli zuccheri, e si iniziò ad utilizzare sempre più in larga scala i cereali, la verdura, la frutta e l’olio di oliva. Negli anni 90 si fece di più, adottando la famosa piramide alimentare che riportava la frequenza, la distribuzione e la quantità dei cibi nelle 24 ore. In pratica si utilizzavano una maggiore quantità di proteine vegetali rispetto a quelle animali, furono ridotti i grassi saturi rispetti a quelli vegetali (insaturi), furono aumentati i carboidrati, ridotti i grassi compresi quelli delle carni rosse a cui furono preferite le bianche.

Lascia un commento